Sicurezza sul lavoro
Hardware e Software per il magazzino

Pensare e lavorare in piena sicurezza: rischi, pericoli, soluzioni in magazzino

26 novembre 2019
L’attenzione verso il tema della sicurezza è sempre più alta all’interno delle aziende, soprattutto quando si parla dei rischi e dei pericoli che ogni giorno i funzionari corrono lavorando all’interno dei magazzini o semplicemente in qualsiasi tipologia di struttura.
La sensibilità verso tali tematiche è dunque sempre più accurata.

Ma come si può garantire la massima sicurezza negli ambienti di lavoro? Quali sono i mezzi di movimentazione magazzino da utilizzare? Quali sono le soluzioni più efficaci da adottare?

A rispondere a queste domande è Incofin, azienda specializzata nel settore della filtrazione motoristica che dal 1981 ha sviluppato e incrementato la propria offerta, estendendo il proprio raggio di azione a tutte le applicazioni industriali, nautiche e veicolari.

Per saperne di più e fare chiarezza sul tema della sicurezza – e in occasione della collaborazione con Kigis – Logisticamente ha intervistato Fabrizio Zaninello, Resp. Commerciale di Incofin.

Chi è Incofin e come e perché nasce la collaborazione con Kigis?


“Siamo un’azienda nata nel mondo del ricambio motore, più di 30 anni fa. Qualche tempo fa, abbiamo deciso di differenziare la nostra proposta ed abbiamo iniziato a proporci come partner per soluzioni legate alla salute negli ambienti industriali, ove fossero presenti mezzi d’opera.
Questa nuova esperienza ci ha portato a comprendere la necessità di nuove soluzioni per la sicurezza di persone e mezzi negli ambienti di lavoro e, dopo un’approfondita ricerca è nata la collaborazione con Kigis, azienda leader nella progettazione e produzione di sistemi anticollisione e anti investimento”.

Quali sono i pericoli in magazzino che mettono a rischio la sicurezza dei lavoratori?


Ove vi sia un mezzo in movimento (logistiche, industrie, etc) avvengono incidenti, secondo i dati Inail più di 30 000 avvenimenti annui, di diversa natura e gravità.

“La circolazione di carrelli elevatori, ad esempio, che siano a guida autonoma o a guida umana, in compresenza di pedoni, è sempre motivo di rischio di collisione o investimento. E’ necessario, pertanto, pensare a soluzioni che possano ridurre sensibilmente tali pericoli”.

Quali soluzioni si possono adottare?


Tra gli strumenti che attualmente vengono utilizzati per garantire una maggiore sicurezza troviamo:
  • I giubbotti ad alta visibilità;
  • I proiettori di luci di avviso;
  • I sensori e telecamere montate su carrelli elevatori. 
Ma tutti questi sistemi allertano attivamente solo l’autista del mezzo, escludendo dall’imminente pericolo il pedone o l’altro mezzo.
Manca quindi una segnalazione bilaterale attiva.

“La soluzione ideata da Kigis dota pedoni e mezzi di sistemi di comunicazione ed allerta bilaterali, che minimizzano il rischio.
A differenza di quanto attualmente disponibile sul mercato, Kigis offre una soluzione tecnologica all’avanguardia, estremamente precisa ed immune da interferenze”.

Quali sono gli ambiti di applicazione delle vostre soluzioni?


Qualche settimana fa Incofin ha partecipato al Kigis Global Workshop a Seoul, incontrando partner provenienti da 11 differenti paesi.
“E’ stata un’occasione proficua per confrontarsi e scambiarsi le reciproche esperienze.
Per quanto ci riguarda abbiamo diverse prove in corso presso importanti logistiche e presso dealer di prestigiosi produttori di mezzi.
Gli ambiti applicativi sono tutti quelli ove vi siano mezzi di lavoro in opera e pedoni in circolazione”.

Qual è la risposta delle aziende quando si parla di sicurezza?


Purtroppo i dati sugli incidenti causati da collisioni ed investimenti riportano numeri sempre preoccupanti.

“Immagino ed auspico di seguire l’esempio di un paese lontano come la Corea: laggiù esiste una specifica legislazione che obbliga all’utilizzo di soluzioni di sicurezza anticollisione ed anti investimento in ogni ambito lavorativo, ove esista questo rischio”.

Un bilancio della collaborazione 2019 con Kigis e i progetti di Incofin per il 2020.


“Un primo bilancio dell’anno che andiamo a concludere non può essere che positivo: pur avendo cominciato la collaborazione con Kigis pochi mesi fa, abbiamo ottenuto ottimi risultati e soddisfazioni.
Noi, insieme a Kigis crediamo fortemente nella nostra collaborazione, siamo certi che quanto proponiamo si estremamente affidabile ed utile a ridurre sensibilmente incidenti e tragedie che purtroppo sono ancora troppo frequenti nel mondo del lavoro.
Abbiamo fatto nostro il motto di Kigis “Think safe, work safe, home safe”.
In Ecomondo a Rimini abbiamo ufficialmente presentato le soluzioni Kigis, suscitando altissimo interesse”.

Per quanto riguarda i progetti futuri, a marzo 2020 Incofin parteciperà a Green Logistic Expo di Padova, affacciandosi così all’ambito logistico.
I progetti per il nuovo anno sono molto ambiziosi ed i segnali che l’azienda riceve quotidianamente sono molto positivi.


Per saperne di più visita il sito Incofin.

Altri articoli per Hardware e Software per il magazzino

Ultimi articoli per Magazzino

Hardware e Software per il magazzino

Il “Power and Energy Solutions” (PE-S) di SEW-EURODRIVE

11 dicembre 2019
Hardware e Software per il magazzino

Automazione industriale, Comau apre un centro di sviluppo a Bari nello spir...

01 dicembre 2019
Sistemi di magazzino

Udine, nuova piattaforma logistica per Aspiag Service

29 novembre 2019
Hardware e Software per il magazzino

Cyber security: quando la logistica è sotto attacco

28 novembre 2019
Hardware e Software per il magazzino

Pensare e lavorare in piena sicurezza: rischi, pericoli, soluzioni in magaz...

26 novembre 2019
Hardware e Software per il magazzino

Vocalize, la voce oltre il picking: KFI al GLM Summit 2019

15 novembre 2019

Video

Vedi tutti
Dalle Aziende

Modula conquista l'azienda Solimè

06 dicembre 2019
Eventi e Workshop
Logisticamente Out: il workshop in 60 secondi
29 maggio 2019
Interviste
Sistema integrato VS dipartimentale - Global Summit
28 febbraio 2018

Newsletter

Iscriviti alle nostre newsletter!

Ricevi gratuitamente informazioni e aggiornamenti in materia di logistica, trasporti, magazzino.

Seguici su Twitter

@logisticamente