17 aprile 2019

Automazione: gli ultimi dubbi

di Stefano Bianchi
In effetti devo confessare di avere un debole per l’informatica in magazzino.
Questa predilezione deriva dall’esperienza accumulata in magazzini di ogni settore, forma, dimensione, dove - con un investimento modesto - è stato possibile migliorare in modo significativo le prestazioni, sia dal punto di vista dell’efficienza, sia dal punto di vista della riduzione degli errori.
Il magazzino è l’ultima delle aree aziendali nelle quali ha fatto la sua comparsa l’informatica, ma ormai il “WMS” (Warehouse Management System), o Sistema di Gestione Magazzino, può considerarsi una tecnologia matura, con alle spalle una ventina d’anni d’esperienza, e un mercato dove sono presenti diversi prodotti in differenti fasce di prezzo.
In sintesi, mi piace l’informatizzazione perché costa meno dell’automazione, è adatta a tutti, e consente di migliorare rapidamente le prestazioni.
Questo non vuol dire che sia “contro” l’automazione, ma soltanto che mi sono reso conto che l’automazione va gestita con più attenzione: è più cara, ed è facile scottarsi se non si usano le “pinze” giuste.

Spesso sento porre una domanda: “Automazione è sinonimo di trasloelevatore?”.
No, esistono forme di automazione dove non sono presenti trasloelevatori, ma altri tipi di macchinari, per esempio gli AGV (Automated Guided Vehicles), veicoli a guida automatica, oppure i sorter, impianti di smistamento, o ancora i robot, i palletizzatori e tanti altri sistemi.
Spesso “trasloelevatore” è considerato sinonimo di “automazione” in quanto i “traslo” sono la prima forma di automazione comparsa nei magazzini parecchi anni fa.
Altra domanda: “Mi sono rivolto a quattro diversi fornitori e mi hanno proposto quattro sistemi automatici completamente diversi uno dall’altro...Come faccio a capire quale sia il migliore?”
Purtroppo questo è quello che succede non sviluppando un progetto e dei capitolati prima di rivolgersi ai fornitori.
Un progetto ben fatto mi consente di capire in anticipo quale sia il sistema giusto per me, e quindi in una fase successiva “obbliga” i fornitori ad offrirmi tutti quello specifico sistema (il migliore).
A questo punto il confronto e la scelta saranno molto più semplici.
Inoltre, in questo modo, ho la certezza di dimensionare il sistema in maniera corretta, evitando sovradimensionamenti (spreco di soldi) oppure sottodimensionamenti (non ci sto dentro).
Archivio

Video

Vedi tutti
Eventi e Workshop

Evento Logisticamente OUT - 14 giugno 2019

25 giugno 2019
Interviste
Sicurezza dei dati: quali sono oggi i principali rischi per le aziende?
11 giugno 2019
Interviste
Come si relaziona Parmalat con i provider logistici?
31 maggio 2019