Servizi e accessori per il trasporto

In vigore dal 30 luglio il nuovo codice della strada

29 luglio 2010
Approvate in Senato le nuove regole per chi si mette alla guida con 145 voti a favore e 122 astenuti, giusto in tempo per l'esodo estivo: quello che comincia venerdì 30 luglio infatti è considerato un fine settimana da «bollino nero».

Le novità maggiori riguardano l'alcol, causa numero uno, insieme a stanchezza e distrazione, degli incidenti mortali sulle nostre strade: divieto assoluto di bere anche un solo goccio di alcol per chi ha preso la patente da meno di tre anni, ma anche per tutti coloro che lavorano al volante: autisti, tassisti, camionisti.

Per chi fa del volante una professione è previsto il licenziamento per giusta causa qualora la patente venga sospesa per guida in stato di ebbrezza, mentre per tutti è previsto un aumento delle sanzioni se si è sorpresi a guidare con un tasso alcolico superiore a quello consentito dalla legge.

Chi appartiene a queste categorie di lavoratori dovrà inoltre sottoporsi al test antidroga obbligatorio in caso di rinnovo della patente.

Sempre con l'obiettivo di limitare i danni del bere, il disegno di legge vieta la vendita degli alcolici nei locali pubblici: scatterà alle tre di notte e durerà fino alle sei di mattina, con deroghe previste solo per Ferragosto e Capodanno.

La stretta sarà più severa per gli autogrill, dove non potranno essere venduti superalcolici a partire dalle dieci di sera, mentre per i ristoranti sarà obbligatorio possedere un etilometro, da mettere a disposizione dei clienti, per una prova prima di mettersi al volante.

Coloro i quali avranno la patente sospesa, potranno usufruire di una deroga per tre ore al giorno di guida al fine di recarsi al lavoro o per assistere un familiare disabile, con però la possibilità da parte del prefetto di prolungare il periodo di sospensione.

Tra le nuove misure ci sarà anche la targa personalizzata, mentre per continuare a guidare gli ultraottantenni dovranno sottoporsi a una visita medica ogni due anni.

Un'altra mini-stretta riguarda minicar e motorini: decuplicate le sanzioni per chi produce e commercializza minicar che superano i 45 km/h (si rischieranno fino a 4.000 euro di multa) e per le officine che tuccano i motocicli (multe fino a 3.119 euro).

Sulle minicar sarà obbligatorio l'uso delle cinture.

Infine, i limiti di velocità sulle autostrade: al termine di una lunga discussione il Parlamento ha deciso di confermare la facoltà per le società autostradali di portare i limiti a 150 km/h nei tratti a tre corsie, a patto però che sia presente il tutor.

Altri articoli per Servizi e accessori per il trasporto

Ultimi articoli per Trasporto

Trasporti nazionali e internazionali

Logistica intermodale: i voli passeggeri utilizzati come cargo

03 aprile 2020
Trasporti nazionali e internazionali

Diminuisce il traffico di mezzi pesanti e leggeri sulle autostrade

01 aprile 2020
Trasporti nazionali e internazionali

Distribuzione merci in continua crescita

27 marzo 2020
Servizi e accessori per il trasporto

Trasporti: Volvo punta sulla qualità e confort per attrarre gli autisti

25 marzo 2020
Trasporti nazionali e internazionali

Trasporti: il futuro dei mezzi pesanti dovrà essere l’elettrico

20 marzo 2020
Trasporti nazionali e internazionali

Barilla punta sulla logistica intermodale per le spedizioni verso Germania

17 marzo 2020
Servizi e accessori per il trasporto

Coronavirus, le spedizioni continuano ma meglio se online

16 marzo 2020
Trasporti nazionali e internazionali

Logistica e trasporti: nuovo piano sanitario Sanilog per il 2020-2022

13 marzo 2020

Video

Vedi tutti
Dalle Aziende

Rire Hite presenta il sistema di avviso del traffico SAFE T SIGNAL

02 marzo 2020
Eventi e Workshop
Logisticamente Out: il workshop in 60 secondi
29 maggio 2019
Dalle Aziende
Modula conquista l'azienda Solimè
06 dicembre 2019

Newsletter

Iscriviti alle nostre newsletter!

Ricevi gratuitamente informazioni e aggiornamenti in materia di logistica, trasporti, magazzino.

Seguici su Twitter

@logisticamente