Hardware e Software per il magazzino

Magazzino a gravità passante servito da trasloelevatore per lo stoccaggio FIFO

03 aprile 2008
In breve
Eurospin Italia, leader nel settore discount e presente con oltre 6500 punti vendita nel territorio italiano, necessita, presso il nuovo stabilimento distributivo di San Martino Buon Albergo, di un magazzino atto allo stoccaggio di prodotti alimentari (non deperibili) in accordo con la logica di tipo FIFO (First-In First-Out), in modo da rispettare le scadenze e abbassare notevolmente i tempi di giacenza dei prodotti a magazzino.
Questo magazzino si dovrà sviluppare in un'area dedicata all'interno del nuovo stabilimento distributivo di ben oltre 30.000 mq.

Premessa
Eurospin Italia, leader nel settore discount e presente con oltre 6500 punti vendita nel territorio italiano, necessita, presso il nuovo stabilimento distributivo di San Martino Buon Albergo, di un magazzino atto allo stoccaggio di prodotti alimentari (non deperibili) in accordo con la logica di tipo FIFO (First-In First-Out), in modo da rispettare le scadenze e abbassare notevolmente i tempi di giacenza dei prodotti a magazzino.

I prodotti da stoccare, appartenenti al settore "beverage" (acque minerali), rientrano nella classe A + e A della curva di Pareto e sono quindi caratterizzati da un indice di movimentazione molto elevato e un numero di referenze basso.
Questo magazzino si dovrà sviluppare in un'area dedicata all'interno del nuovo stabilimento distributivo di ben oltre 30000 mq.

Il cliente movimenta 2 tipologie di unità di carico:

UdC di tipo 1
Tipo di supporto Europallet
Larghezza mm 800
Profondità mm 1200
Debordo non previsto
Altezza tot. mm 1800
Peso max kg 1000
Peso min kg 500
UdC di tipo 2
Tipo di supporto Pallet Dusseldorf
Larghezza mm 800
Profondità mm 600
Debordo non previsto
Altezza tot. mm 1800
Peso max kg 500
Peso min kg 300


Presentiamo qui di seguito la soluzione di Jungheinrich, con tutti i dettagli tecnici sul funzionamento del magazzino.

Descrizione della soluzione
Ai fini di minimizzare i tempi di giacenza della merce a magazzino e facilitare la gestione operativa del carico/scarico, le aree dedicate al ricevimento e spedizione si trovano diametralmente opposte nel layout del centro distributivo.

Per gestire in modo ottimale la logica FIFO, la soluzione per eccellenza è sicuramente quella realizzata con una scaffalatura a gravità passante.

Questa tipologia di scaffalatura si articola su canali multiprofondità costituiti da rulliere a gravità con inclinazione pari al 4,5%.

Durante lo scorrimento, appositi rulli frenanti controllano la velocità di scorrimento dei bancali e la mantengono costante.

Le scaffalature a gravità passante sono adatte allo stoccaggio di grandi volumi di merci omogenee, consentendo di realizzare elevati indici di utilizzazione del magazzino.
Con il principio FIFO queste scaffalature assicurano la rotazione della merce evitandone l'invecchiamento.

Nel nuovo magazzino Eurospin la scaffalatura a gravità ha 4 livelli di carico, con una capienza complessiva di 4920 Epal o 9840 pallet Dusseldorf.

Tale scaffalatura è servita da un trasloelevatore rettilineo completamente automatico, come si può osservare dalla seguente immagine:

trasloelevatore rettilineo completamente automatico

Occorre sottolineare che anche gli ingressi a magazzino sono effettuati tramite rulliere a gravità; pertanto il trasloelevatore, oltre a depositare su rulliere a gravità, preleva da dispositivi analoghi, come da figura sottostante.

rulliere a gravità

La scaffalatura a gravità progettata per Eurospin è la prima in Europa in termini di profondità del canale (lungo 51m!).
In questo modo è possibile dedicare un intero canale a prodotti che appartengono alla stessa referenza, riuscendo quindi a saturare la capacità di un camion, pari a 33 UdC pallettizzate 800x1200, garantendo anche una scorta di sicurezza.
Ogni singolo canale monoprodotto è infatti in grado di accogliere 41 UdC su supporto di tipo Epal (oppure 82 UdC su pallet Dusseldorf).

I dettagli di una referenza unica in Europa
È d'obbligo fare una serie di osservazioni riguardo alla profondità dei canali di questo magazzino a gravità che, come già accennato in precedenza, costituirà una referenza unica in Europa.

A causa della lunghezza del canale e della sua pendenza sono stati inseriti in ogni canale ben 80 rulli frenanti, a passo 624 mm.
Inoltre, in aggiunta al normale dispositivo separatore posto nella posizione finale del canale per permettere un prelievo agevole da parte dei carrelli adibiti allo scarico del magazzino, è stato inserito un secondo dispositivo separatore posizionato a metà di ciascun canale (si veda figura seguente) per impedire che le UdC inserite per prime vengano schiacciate dal peso di quelle che seguono.

dispositivi separatori delle rulliere a gravità

In particolare, in fase di progettazione, si è tenuto conto che ogni separatore è in grado di garantire una portata massima pari a 20000 kg pertanto, considerando un canale contenente 41 UdC su Europallet con peso unitario di 1000 Kg, si ricava facilmente la necessità di due dispositivi separatori.

Un secondo problema che può nascere dall'impiego di canali così profondi è costituito dall'eventualità che si fermi il magazzino a causa di un pallet mal posizionato o danneggiato all'interno della scaffalatura a gravità.
Per far fronte a questo problema, è stato previsto un controllo integrità di ogni singolo pallet, prima che questo venga immesso dal trasloelevatore all'interno del magazzino a gravità.

Si noti infine come i 4 livelli che costituiscono la scaffalatura a gravità siano stati contraddistinti da colori diversi (giallo - livello 0, blu - livello 1, rosso - livello 2, verde - livello 3) per facilitare le operazioni di prelievo da parte dei magazzinieri.
In questo modo è possibile identificare immediatamente i prodotti che appartengono alla stessa referenza. Questa particolarità è osservabile dalla figura seguente:

colorazione dei differenti livelli delle scaffalature

Lo scarico del magazzino è effettuato da carrelli retrattili, che vanno a rifornire l'area di spedizione.

Questo magazzino dovrà essere operativo a partire da fine Aprile e costituirà un importante centro distributivo per Eurospin, non solo per le funzioni che dovrà svolgere ma anche per innalzare l'immagine del marchio dell'azienda stessa, trovandosi in una posizione strategica in termini di visibilità (è infatti ubicato proprio a fianco dell'autostrada all'altezza del casello Verona Est).

Questo polo distributivo, insieme ad altri due, andrà a servire i discount Eurospin presenti nelle regioni Veneto, Lombardia e Piemonte.



Per informazioni:
Jungheinrich Italiana S.r.l.
Via Amburgo, 1
20088 Rosate - MI
Tel: 800368485 - Fax: 02 908712415

www.jungheinrich.it - info@jungheinrich.it


Altri articoli per Hardware e Software per il magazzino

robot Handle
Hardware e Software per il magazzino
Piattaforma AWMS
Hardware e Software per il magazzino

Ultimi articoli per Magazzino

Sistemi di magazzino

Gestione logistica: Interroll conquista la Cina

26 marzo 2020
Hardware e Software per il magazzino

Automazione magazzino: in arrivo Handle, il rivoluzionario robot logistico

19 marzo 2020
Hardware e Software per il magazzino

Nasce AWMS, piattaforma SaaS per ottimizzare la gestione della logistica

11 marzo 2020
Hardware e Software per il magazzino

I segreti del Warehouse Management System

10 marzo 2020
Packaging

Danone investe nel packaging green

06 marzo 2020

Video

Vedi tutti
Dalle Aziende

Rire Hite presenta il sistema di avviso del traffico SAFE T SIGNAL

02 marzo 2020
Eventi e Workshop
Logisticamente Out: il workshop in 60 secondi
29 maggio 2019
Interviste
Sistema integrato VS dipartimentale - Global Summit
28 febbraio 2018

Newsletter

Iscriviti alle nostre newsletter!

Ricevi gratuitamente informazioni e aggiornamenti in materia di logistica, trasporti, magazzino.

Seguici su Twitter

@logisticamente